Privacy Policy
Ultime

Il girone H di Europa League: la nostra analisi

A Montecarlo sono stati estratti i gironi di Uefa Europa League e la Lazio è stata sorteggiata nel gruppo H insieme a: Olympique Marsiglia (FRA), Eintracht Francoforte (GER), Apollon Limassol (CYP).

Sicuramente l’avversario più difficile sono i vicecampioni della competizione: il Marsiglia; ma ora analizzeremo tutte e tre le avversarie della Lazio e lo faremo iniziando dalla squadra estratta nella seconda urna ovvero i francesi dell’Olympique Marsiglia.

 

Come squadra di seconda fascia nel gruppo H è stata estratto l’Olympique Marsiglia. L’OM viene da un’ottima Europa League l’anno scorso conclusasi con la sconfitta per 3-0 in finale contro l’Atletico Madrid dell’ex Lazio Simeone.

La squadra francese non ha nessun “campione” ma molti giocatori che fatti giocare insieme possono far esprimere tutto il loro valore e mister Garcia (ex allenatore della Roma) è riuscito a trovare il modo di far esprimere tutta la forza della squadra. Quest’anno in campionato l’OM non è partito benissimo infatti in partite ha raccolto solo 4 punti e sta vivendo una forte discesa perchè ha vinto una partita (4-0 contro il Tolosa), alla seconda giornata un’inaspettata sconfitta in casa dei neopromossi del Nimes per 3-1 che ha creato un po’ di nervosismo all’interno del club e alla terza giornata pareggia in casa per 2-2 contro il Rennes; e ieri ha giocato alle 21 proprio nella sede dell’estrazione dei gironi, a Montecarlo contro il Monaco vincendo 2-3 al 89’, grande partita e grandissima prova di forza per la squadra guidata da Rudi Garcia.

PUNTI FORTI – Il vero punto forte di questa squadra è la fase offensiva della rosa dove può contare su giocatori di grande talento come Payet, Ocampos (che la Lazio conosce bene per il suo passato prima milanista e poi genoano), N’Jie, Germain e Mitroglu. Ma nella parte difensiva ha giocatori di molta esperienza come i due pilastri centrali: Rami(ex Milan) e Rolando(ex inter) o il neo acquisto Caleta Car che ha giocato contro la Lazio l’anno scorso con il Salisburgo.

PUNTI DEBOLI- Questa squadra ha pochi punti deboli ma forse uno di questi è la poca lucidità per tutti e novanta i minuti e la non vastità della rosa su tutti i reparti.

Come squadra di terza fascia nel gruppo H sono stati estratti i tedeschi dell’Eintracht Francoforte. Questa rosa, tecnicamente, non si avvicina nemmeno per sbaglio alla celebre squadra del 1959 che arrivò in finale di Coppa dei Campioni contro il Real Madrid. Ha iniziato discretamente la stagione con una vittoria in campionato in casa del Friburgo per 2-0 e perdendo 1-2 con il Werder Brema, é piú avanti con la preparazione rispetto alla Lazio perché ha dovuto giocare la supercoppa di Germania dove ha subito una “manita” dal Bayern Monaco.

Saranno due partite da “prendere con le pinze” perché è una squadra che può dare molto fastidio alla squadra di mister Inzaghi soprattutto ora che hanno acquistato l’ormai ex PSG Kevin Trapp.

PUNTI FORTI- La più grande risorsa di questo gruppo è ANTE REBIC, giocatore croato che ha giocato un gran mondiale; un’altra importante risorsa è l’umiltà ovvero rimediare alle lacune tecniche mettendosi a disposizione della squadra.

PUNTI DEBOLI- Come già detto è la tecnica individuale dove c’è un unico giocatore di talento (Rebic). Questo è un solo punto debole ma che vale per 7.

La squadra del gruppo H che era in quarta fascia sono i ciprioti dell’Apollon Limassol. Ancora non hanno iniziato ma vengono da quattro turni di qualificazione rispettivamente contro: Strumbas (LITUANIA), FK Zeljeznicar Sarajevo (BOSNIA-ERZEGOVINA), Dinamo Brest (BIELORUSSIA) e il Basilea (SVIZZERA).  Vincendo contro il Basilea ha permesso alla Lazio di essere estratta in prima fascia.

PUNTI FORTI- Il punto di forza è proprio la forza di volontà perchè superare 4 turni partendo da sfavoriti non è da sottovalutare ed un altro punto di forza è l’unione del gruppo e  l’esperienza in campo internazionale.

PUNTI DEBOLI- Come l’Eintracht Francoforte non ha stelle e nemmeno giocatori di un certo spessore e può essere una “squadra materasso”.

La Lazio ha trovato forse il girone più difficile di tutto il torneo e sarà fondamemtale arrivare primi perchè come detto da Riccardo Trevisani (giornalista di SKY SPORT) ormai la Champions League è diventata una “super lega” e quindi su circa 20 big 4 vanno all’Europa League e se si arriva secondi le si affronta. La Lazio forse di questo girone è la più forte e si può giocare il primo posto con il Marsiglia ma… ora parlerà il campo.

About the author

Redazione

Commenta

Clicca qui per commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: