Privacy Policy
Angolo tattico

Riza Durmisi, un’arma in più per mister Inzaghi

Nome sconosciuto ai più, provenienza da una squadra di seconda fascia, origini balcaniche. Le tre caratteristiche necessarie per richiamare il vecchio adagio di “Tare se non so delle parti sue non li pia“.
Riza Durmisi possiede tutte e tre le caratteristiche di cui sopra, ed è stato acquistato dal DS della Lazio per ricoprire il ruolo di esterno sinistro. Un vice Lulic, o il sostituto di Lukaku; questa è l’etichetta con cui è stato accolto il piccolo laterale danese di origini macedoni.
Ma proprio in relazione agli altri due esterni in rosa, Durmisi ha caratteristiche tecniche completamente diverse.
Fisicamente è un brevilineo che fa della rapidità e dell’intensità di gioco le sue peculiarità. Rispetto a Lulic, l’attuale titolare, è un giocatore che garantisce una spinta maggiore ed un piede molto più educato. Ottimo nell’uno contro uno, con oltre il 75% dei dribbling riusciti nella passata stagione.
E’ un mancino puro, caratteristica che manca da tempo all’interno della rosa biancoceleste anche in funzione dei calci piazzati.
Caratteristiche diverse quindi rispetto a Lulic, potenzialmente una novità tattica per Inzaghi che potrà sfruttarlo sia per dare respiro al bosniaco sia per rendere più imprevedibile il gioco della Lazio, la cui crescita passerà anche attraverso l’esplosione dei nuovi arrivati.

About the author

Redazione

Commenta

Clicca qui per commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: