Privacy Policy
Ultime

Corri e lotta finché puoi

Così recita uno dei grandi cori del tifo Laziale. Così la Lazio deve correre e lottare in campo, così i supporters biancocelesti devono lottare contro le malelingue. Domani arriva il big match all’Allianz Stadium contro la Juventus, in quella che sembra essere tutta una festa organizzata per la prima di Cristiano Ronaldo a Torino, con noi a fare da sparring partner. Arriviamo da una settimana turbolenta, attaccati su tutti i fronti. Milinkovic rimasto (pochi ne sono scoppiati di fegati) a Roma quando tutta Italia lo voleva al nord, le designazioni arbitrali, la sconfitta con il Napoli, passando per un innocuo volantino di Curva dove come sempre tutti hanno messo bocca o mani alle tastiere, al video Lotito-Inzaghi, a casi inventati (neanche fossero libri di avventura o fantascienza) come quelli su Luis Alberto e Milinkovic, ad una squadra in crisi con Inzaghi sulla graticola e già all’ultima spiaggia. Questo vuole l’Italia, spargere veleno nel mondo Lazio, caricare in maniera negativa un ambiente che è sempre sul punto di esplodere. La stampa da sempre asservita al potere e contro la Lazio ed i Laziali ci sbatte sempre in prima pagina creando il mostro. Con tutti i mali che affliggono questo paese, il mostro è il tifoso Laziale, perché di questo si parla nei tg serali. Su forum, blog e social è una vergogna , campeggiano solo insulti e critiche di tifosi o pseudo tali, ben indirizzati dai comunicatori italiani e finti laziali. Si, perché di quest’ultima categoria ne è pieno il web e l’etere radio romano. Gente che fa questo di mestiere, vende la sua presunta passione per soldi. E allora pazienza se la Lazio ed i Laziali vengono attaccati, meglio avere un piatto caldo a cena grazie a loro. Esaltare e fomentare non tira con il laziale, qualsiasi cosa negativa si. Cose che solo in un ambiente come Roma possono succedere. Noi nel nostro piccolo tentiamo di portare una luce in quest’ambiente buio e sempre nevrotico, nella speranza che questa luce diventi sempre più grande fino ad oscurare il male ed invogliando altri Laziali ad isolare le malelingue. Si, perché per togliere il pane ai comunicatori laziali, alla stampa italiana e a chi vive sui social insultandoci (anche presunti laziali stessi), dovete isolarli. Come? Ogni commento negativo merita una nostra risposta, portiamoli allo sfinimento. Una pagina su Facebook semina zizzania e negatività? Bene, perdiamo tempo e attacchiamoli, facciamoli sentire in minoranza e pazienza se riceviamo un bel ban. Stessa cosa vale per Instagram o Twitter dove in quest’ultimo alcuni comunicatori lanciano frecciatine sul personale ad utenti di social, blog e forum. Iniziamo a chiamare alle presunte radio laziali che ospitano gente che insulta la Lazio ed i Laziali, facciamoci attaccare il telefono in faccia. Contattiamo i loro sponsor via mail o social, dicendo che li boicotteremo se continueranno ad ospitare in trasmissione gentaglia che semina veleno e se loro stessi non portano una ventata di freschezza. Dobbiamo togliere la pappatoia agli pseudo laziali. Una volta si combatteva in strada, oggi non si può più. Le battaglie si combattono nel web, dove non a caso il male che non è mai sceso in piazza o venuto allo stadio ma critica ed insulta dalla tastiera è in vantaggio sul bene sempre schierato in prima fila.
Domani la nostra grande Lazio potrà contare su 2.000 Laziali veri, pronti a sostenerla e spingerla alla vittoria. Noi dal settore ospiti ci proveremo, i milioni di Laziali in Italia, in Europa e nel mondo davanti la TV faranno lo stesso. L’unica preoccupazione di una eventuale sconfitta (che ci sta, visto l’abisso tecnico e societario tra le due squadre), è che avremo un’altra settimana del “moriremo tutti”, ma Noi e tutti i Laziali saremo pronti ad isolare ed attaccare chi ci vorrebbe far sparire ed annientare.
Ai nostri giocatori ed allenatore diciamo una semplice cosa. Diamo tutto, diamo l’anima per rovinare la festa bianconera e di CR7, poi quel che sarà sarà. Noi sugli spalti e da qualsiasi parte del globo, Voi su quel prato verde. A prescindere dall’esito, speriamo positivo, domenica prossima i Laziali saranno sempre lì a sostenervi per la partita col Frosinone. Ma non vi smontate, non perdete la concentrazione, non vi abbacchiate, non sentitevi in difficoltà, non soffrite di blackout che non si può sentire. Giocate liberi e spensierati, lasciateci tutto su quel campo, Noi faremo lo stesso. Non avete voglia di rivalsa contro quello che ci hanno fatto la passata stagione? Non volete azzittire le malelingue dopo questa settimana? E allora date tutto ragazzi, i Laziali sono al vostro fianco. Conta er core.

CORRI E LOTTA FINCHÉ PUOI, NON TI LASCEREMO MAI!

About the author

Redazione

Commenta

Clicca qui per commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: