Privacy Policy
Extra

Diaconale: “Lazio bella e sfortunata contro il Napoli”

Arturo Diaconale, Portavoce della S.S. Lazio, è intervenuto quest’oggi ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM.

“Se la gara di sabato scorso se fosse finita in pareggio, nessuno avrebbe potuto reclamare. La Lazio ha svolto una buona partita in condizioni sicuramente particolari, considerando soprattutto le assenze di Lucas Leiva e Senad Lulic. Inoltre, Martin Caceres e Milan Badelj avevano intrapreso in un secondo momento la preparazione estiva: oggettivamente, quest’ultimi calciatori erano fisiologicamente in ritardo di condizione. Nonostante ciò, la prova della squadra di Simone Inzaghi è stata buona ed è riuscita a giocare molto bene contro la formazione partenopea. Il Napoli rappresenta una maledizione per la Lazio, sono anni che paghiamo questo pedaggio con la compagine campana: mi auguro che questo sortilegio finisca nel girone di ritorno e, di conseguenza, mi auspico si possa intraprendere un nuovo percorso più fortunato.

Juventus e Napoli sono le squadre ad aver raccolto più punti nello scorso campionato ed affrontarle nelle prime due giornate della nuova edizione di Serie A rappresenta un’impresa paragonabile alla scalata dell’Everest: bisogna sfidare tutte le compagini e gareggiare con le prime due della classe può servire per registrare e mettere a punto il gruppo in tempi più rapidi. Non tutti i mali vengono per nuocere: il campionato sarà lungo e combattuto. I biancocelesti hanno le possibilità per far bene e per entrare a far parte del gruppo di testa della classifica.

Le critiche emerse negli ultimi giorni appartengono ad un comportamento pregiudiziale nei confronti della Società che non si riesce a diradare. Spesso si punta su un malumore inesistente e presente all’interno dell’ambiente solo a causa di una sconfitta che, peraltro, si sarebbe potuta evitare. Questo sentimento testimonia una capacità di reazione: i ragazzi di Inzaghi erano dispiaciuti per il tipo di sconfitta registrata e, in tal senso, hanno intenzione di rifarsi. Le nebbie che vengono gettate sulla squadra scaturiscono da un pregiudizio che va avanti da troppo tempo e che appartiene ad un modo di essere di alcuni organi stampa che assumono un atteggiamento molto critico e spesso ingiustificato nei confronti della Lazio. Dobbiamo essere più forti anche di questo perché, prima o poi, tutti dovranno riconoscere il livello della compagine biancoceleste”.

About the author

Redazione

Commenta

Clicca qui per commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: