Privacy Policy
Stories

3 anni di Sergej

DEVASTANTE – E’ questo l’aggettivo più in voga per SMS. In una sola e semplice parola viene racchiusa tutta la sua potenza, classe, prepotenza ed irriverenza.

GLI ALBORI – La storia di questo gigante serbo, messosi in mostra nel Mondiale Under 20 e medaglia d’oro al collo dopo la finale vinta con il Brasile, parte da Lleida, in Spagna. Nato nel paese delle furie rosse quando Papà Nikola giocava con l’Almeria, iniziò a tirare calci al pallone nelle giovanili del Vojvodina, nella sua Serbia. Rapido l’arrivo nel grande calcio, tempo una stagione ed il trasferimento in Belgio nel Genk.

IL GRANDE RIFIUTO – Le sue qualità vengono notate dagli scout di mezzo mondo e sul finire di luglio 2015 arriva a Firenze visitando il Franchi ma il serbo è teso e preoccupato, qualcosa non quadra. Il trasferimento ai viola è ormai ultimato ma all’ultimo per nostra fortuna rifiuta: “Scusatemi ma non posso, non posso davvero…”. Il ds Pradè, stizzito, lo lasciò andare: “Sergej ci ha chiesto di sostenere le visite mediche per poi parlare con la fidanzata e decidere, per noi però questo non va bene e se ha delle situazioni extracalcistiche da risolvere allora ci tiriamo indietro e diciamo basta”. Sergej aveva dato la parola a Tare ed alla Lazio. Così giovane ma già un piccolo uomo.

3 AGOSTO 2015 – A Fiumicino arriva il giovane, abbronzato e sorridente Sergej Milinković-Savić, tra l’entusiasmo e la curiosità dei tifosi. Famosa la sua foto con una bambina Laziale che gli mise la sciarpa al collo, per la grande felicità di entrambi. Tre giorni dopo verrà ufficializzato il suo trasferimento alla Lazio. L’esordio assoluto fu nel preliminare di Champions League con il Bayer Leverkusen a Roma. In Serie A esordirà il 22 agosto nella vittoria contro il Bologna, mentre il suo primo gol lo metterà a segno in Europa League in casa del Dnipro.

CE FAI IMPAZZI’ – Anche se ci ha messo un po’ a carburare in campo, è diventato nel giro di poco idolo incontrastato dei fans biancocelesti. Oltre che per le giocate ed i gol in campo, quello che ha fatto impazzire tutti sono quelle cose che farebbe ogni Laziale. Dallo sbeffeggiare sorridendo e salutando la curva dell’Inter col dito medio dopo l’espulsione al 93′ (dopo che fu beccato più volte dagli interisti), con la Lazio che comunque vincerà 1-2. Quell’esultanza irriverente ad indicare l’aquila sul petto in quel del Franchi di Firenze, alla faccia di chi l’ha liquidato (grazie Pradè) non sapendo di avere un diamante tra le mani. L’esplosione totale nei due derby in semifinale di Coppa Italia, con gol, assist, esultanze, dominio fisico e tecnico sul campo fino alla passeggiatina romantica su Ponte degli Annibaldi dopo il trionfo, a far impazzire di rabbia i dirimpettai.

IL SERGENTE – La stagione 2018/2019 è quella dell’esplosione. Fisica, tecnica, tattica. Tutto. Gol e assist come non ci fosse un domani. Ha trascinato la squadra in campionato ed in Europa, diventando una stella del calcio mondiale. Merito anche di Simone Inzaghi, abile a costruire un modulo ed un modo di giocare per far esaltare le sue caratteristiche. Oggi quel ragazzo sbarbato venuto dal Belgio si è fatto uomo, è amato e coccolato come un figlio dai veri Laziali, adottato dalla Capitale che tanto ama. E’ inseguito dai più grandi top club europei e la sua valutazione è schizzata alle stelle, per merito suo, di Mister Inzaghi, dei compagni, della società e dei Tifosi. Mancano pochi giorni alla fine del calciomercato e la speranza di tutti i Laziali è di rivederlo ancora a farli impazzire ed esaltarli sui campi d’Italia e d’Europa. Almeno un’altra stagione. Cercando di riportare quel tricolore che manca da inizio millennio. O quell’Europa League, all’epoca Coppa Uefa, sfuggita 20 anni fa. E allora corri Sergente, fai volare la Lazio ed il suo popolo verso grandi traguardi. I Laziali sono al tuo ed al vostro fianco. Continua ad essere DEVASTANTE, con l’aquila sul petto. Almeno un’altra stagione.

I NUMERI DI SERGEJ – 122 presenze, 24 gol, 20 assist.

About the author

Redazione

Commenta

Clicca qui per commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: