Privacy Policy
Stories

Per sempre Bomber Fiorini

13 anni fa Giuliano Fiorini lasciava un vuoto incolmabile nel cuore dei Laziali. Qualche anno fa, un Laziale scrisse queste parole:

GIULIANO FIORINI.
L’UOMO CHIAMATO “PROVVIDENZA”.

Giuliano Fiorini è stato l’intercettazione di un tiro sbilenco, a nove minuti dalla fine.
È stato un controllo da vecchio filibustiere dell’area di rigore.
E un tocco di punta a fil di palo che beffa un portiere, quel pomeriggio, insuperabile.
Giuliano Fiorini è stato uno di quelli che, prima ti fregava, e poi ti faceva l’occhietto canzonatorio.
E ti dava pure una pacca sulla spalla, per riderci su. Insieme. Davanti ad un bicchiere di vino.
Giuliano Fiorini è stato la Provvidenza manzoniana.
Quando tutto sembrava finito.
“Questa salvezza non s’ha da fare.”
Ma Lui, quel giorno, fu più bravo del Destino.
Agli Eroi Immortali basta un gesto per essere ricordati per sempre.
21 giugno 1987.
Il giorno in cui un Popolo tornò dall’Inferno.
A riveder le Stelle.
Grazie a Te.
Ovunque tu sia, continua a far goal al Destino e a sorridere.
Perché quel Popolo che salvasti quel giorno, ti amerà per sempre.
Perché chi ama non dimentica.
E il Popolo Laziale sa cosa significa “Amare”.
Ciao Giuliano.

 

Questo invece il ricordo della società biancoceleste pubblicato sul sito ufficiale:

About the author

Redazione

Commenta

Clicca qui per commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: