Privacy Policy
Ultime

Lazio: lo strano caso dello sponsor e del decreto..

Sono settimane che si parla del “Decreto Di Maio”, Decreto voluto dal Ministro del lavoro, dello sviluppo economico e delle politiche sociali Luigi Di Maio per vietare le sponsorizzazioni delle aziende di scommesse. Le società di calcio italiane sono andate su tutte le furie, visti gli alti ricavi che ne scaturiscono. Fa sorridere pensare che in Inghilterra quasi tutte le società hanno uno sponsor legato al betting, che genera milioni di profitti.

IL CASO LAZIO:

La Lazio, dopo la scadenza del contratto con Sèleco, aveva raggiunto un accordo con Marathonbet, nota agenzia di scommesse, che avrebbe portato nelle casse biancocelesti circa 7,5 milioni in 3 anni. Bloccato però dal Decreto. In contemporanea, il 10 luglio e prima dell’annuncio del Decreto sulla Gazzetta Ufficiale, la Roma siglava un accordo con Betway, altra nota agenzia di scommesse, per sponsorizzare il materiale tecnico che la prima squadra utilizzerà durante gli allenamenti e beneficerà della visibilità sui campi di Trigoria, sui LED dello Stadio Olimpico, oltre a essere protagonista di contenuti esclusivi sui canali digital della Società. Tutto ciò va in contrasto con le dichiarazioni di Di Maio: “Ho saputo che mentre stavamo per emanare il decreto, molte società, tra cui quelle di calcio hanno fatto una corsa per stipulare nuovi contratti con il gioco d’azzardo per fare pubblicità. Lo voglio dire a quelle persone, la lotta al gioco d’azzardo è un atto di civiltà. Se qualcuno ha fatto i contratti per fregarci metteremo una norma in sede di conversione del decreto per evitare che chi ha fatto il furbo la faccia franca. Le aziende corrono a sottoscrivere contratti prima che con il DL entri in vigore il divieto di pubblicità al gioco d’azzardo. Potenzieremo la norma transitoria. I contratti stipulati tra l’approvazione del decreto nel Consiglio dei Ministri e la sua pubblicazione non saranno validi. Ma entro il 2019 cadranno tutti”.

LA RIFLESSIONE:

La domanda sorge spontanea: la Lazio, se aveva in mano l’accordo con Marathonbet, perchè non ha agito come i dirimpettai, in modo da avere un notevole guadagno? Forse sicura che i giallorossi dovranno recedere il contratto con Betway? (cosa a cui non crediamo assolutamente, avendo firmato il contratto prima dell’entrata in vigore del Decreto). O forse non c’è mai stato nessun accordo? E Di Maio darà seguito alla sua battaglia contro le agenzie di scommesse? Inspiegabile perchè la Lazio non abbia accelerato per avere uno sponsor di così alto livello. Riflessioni che sorgono spontanee.

TORNA SELECO?

Sèleco che non sarebbe scomparsa definitivamente ma sarebbe rimasta dietro con Sèleco Easy Life, generando un profitto notevole, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe tornare per un’altra stagione, fino a giugno 2019, con un contratto di 5 milioni. Lo sponsor potrebbe essere posizionato nella parte bianca della maglia bandiera, come nella stagione 82/83.

About the author

Redazione

Commenta

Clicca qui per commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: