Privacy Policy
Angolo tattico

Chi è Milan “The Cutter” Badelj

Nato il 25 febbraio 1989 a Zagabria, professione centrocampista centrale, il maestro della sostanza sbarca a Roma tra oggi e domani, con vista sulle imminenti visite mediche alla clinica “La Paideia”. Decisiva nella trattativa la mediazione del suo manager Alessandro Lucci, agente tra gli altri del prossimo acquisto Joaquin Correa.

186 centimetri, 76 chilogrammi, 1 goal e 1 assist in soli 103 minuti giocati nel recente Mondiale Fifa in Russia. Una rarità il “bonus” per il metronomo croato, un surplus per un giocatore che eccelle nell’attitudine difensiva e nella fase di regia.

Centrocampista centrale puro in un centrocampo a tre, può fare anche il centrocampista centrale destro o sinistro in una linea a quattro. Decisamente meno efficace nel ruolo di mezzala, ruolo che comunque può ricoprire in caso di emergenza.

Non è rapido né veloce, la struttura fisica è media, ha una massa muscolare nella norma, un po’ troppo gracile nel tronco. Qualche infortunio muscolare di troppo in carriera. Destro naturale, non disdegna l’uso del piede debole, calcia i piazzati indiretti. Non ha un tiro formidabile dalla distanza, raramente si spinge fino alla trequarti. Buona precisione nel palleggio, buon lancio lungo, ha doti di regia semplice e complessa, ha visione periferica, sa cambiare gioco e sa far correre il pallone. “La palla non suda”, disse un vecchio saggio. Ha ottime letture preventive, sa tagliare le linee di passaggio, sa guidare la linea e gestire il pressing difensivo. Sa quando accorciare, predilige muoversi sulla linea verticale piuttosto che orizzontale, va più a sostegno che in appoggio.

La heatmap di Badelj

 

La heatmap di Lucas Leiva

Dando un’occhiata ai numeri, è buona cosa paragonarli a quelli dell’ultima stagione di Lucas Leiva, di cui farà le veci o la spalla. I numeri seguenti sono da considerarsi come media a partita per la stagione 2017/2018.

Passaggi riusciti:

Badelj 85,6% – Leiva 89,0%

Passaggi in avanti:

Badelj 21,3 – Leiva 24,1

Retropassaggi:

Badelj 7,9 – Leiva 4,6

Lanci lunghi:

Badelj 6,0 – Leiva 4,1

Duelli difensivi:

Badelj 8,4 – Leiva 10,2

Duelli aerei:

Badelj 2,2 – Leiva 5,5

Palle intercettate:

Badelj 6,8 – Leiva 6,4

Palle recuperate:

Badelj 11,7 – Leiva 12,5

 

In sintesi, due giocatori simili per attitudine, due centrocampisti difensivi con ottime doti di regia. Schierarli insieme non sarà un reato, anzi, in determinate occasioni rappresenteranno uno scudo difficilmente valicabile per gli affamati trequartisti che popolano la Serie A.

Che dire, un grande acquisto perlopiù a parametro zero, per una Lazio che non vuole più stare a guardare.

About the author

Redazione

Commenta

Clicca qui per commentare

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: